Indagini in Italia su Erdoğan e figlio (italiano e inglese)

Fonte sott.net

Indagini in Italia su attività criminali del presidente turco Recep Tayyip Erdogan potrebbe essere necessaria la collaborazione delle autorità di Svizzera, Malesia e l’Austria per risolvere il caso, da parte di  un parlamentare dell’opposizione partito democratico popolare (HDP)  Aykut Erdogdu detto Sputnik Turkiye.

A differenza di scandali precedenti e indagini in Turchia, che sono state spazzate sotto il tappeto, questa indagine può effettivamente portare a qualche risultato, secondo Erdogdu. Un partecipante in precedenti inchieste, Erdogdu ritiene che le accuse contro il figlio di Recep Tayyip Erdogan , Bilal, potrebbe essere legittime, se  viene effettuata un’indagine internazionale.

“Qualche tempo fa, sono state svolte indagini contro le società coinvolte in corruzione in Turchia. Come risultato di queste ricerche, si è constatato che  funzionari di alto rango e politici in Turchia hanno ricevuto grandi tangenti. La storia non ha avuto l’appropriata giudiziaria follow-up, ed è stato semplicemente spazzato sotto il tappeto “, ha detto Erdogdu Sputnik Turkiye.

A ‘Bosphorous mafia’?

Secondo il giornalista italiano Alessandro De Pascale, un giornalista  di affari internazionali per il quotidiano Il Manifesto,recenti viaggi personali  Bilal Erdogan in Italia utilizzando le credenziali diplomatiche sono stati oggetto di maggior attenzione

“Questa è la mafia Bosforo . L’inchiesta che é iniziato nel dicembre 2013 hanno innervosito il  governo perché molte figure vicino a AKP partito di Erdogan (Partito per la Giustizia e lo Sviluppo) sono stati coinvolte. E quando le telefonate del presidente, in cui chiedeva al figlio Bilal per nascondere il denaro in un luogo sicuro, urgentemente è stato fornito con passaporti diplomatici  emessi a lui e alla sua famiglia “, ha detto De Pascale Sputnik Italia.

Il viaggio di Sia Bilal Erdogan in l’Italia era personale o aveva altri scopi  è compito degli investigatori italiani scoprirlo, De Pascale ha aggiunto.

“La ragione politica è che il risultato delle elezioni del giugno 2015 avrebbe potuto essere sfavorevole per Erdogan e il suo partito, così come per i suoi figli, che sono il ramo d’azienda di Erdogan politico, al potere in Turchia ininterrottamente dal 2003. Di conseguenza, la tesi sembra plausibile, con l’invio di Bilal in Italia, Erdogan stava cercando di organizzare una base di riserva per un eventuale sconfitta alle elezioni, che non è accaduto nel mese di novembre 2015 “, ha detto De Pascale Sputnik Italia.

Il dibattito è stato più caldo in Turchia , dove HDP vicepresidente Gursel Tekin ha recentemente fatto una dichiarazione riscaldata.
“In effetti, Bilal Erdogan è fino al collo in complicità con il terrorismo, ma fino a quando il padre resta in carica che sarà immune da ogni accusa giudiziaria”, ha detto Tekin in una intervista ai media turchi nel mese di agosto.

Tekin ha poi aggiunto che la Bmz Ltd. società di navigazione è un “un affare di famiglia e presidente parenti stretti di Erdogan detengono azioni in BMZ con uso di fondi pubblici e prestiti illeciti da banche turche.”

Le dichiarazioni sono state fatte prima di un giro di vite politica a seguito delle elezioni turche novembre 2015, soffocando il clima politico del paese.

________________________________

INGLESE

As Italy continues its criminal investigation against the son of Turkey’s President, the chances of it finding money laundering pathways may depend on politics and mafia connections.

Italy’s investigation into criminal activities by Turkish President Recep Tayyip Erdogan may have to look to authorities in Switzerand, Malaysia and Austria to solve the case, Turkish parliamentarian from the opposition People’s Democratic Party (HDP) Aykut Erdogdu told Sputnik Turkiye.

Unlike previous scandals and investigations in Turkey, which were swept under the carpet, this investigation may actually result in some results, according to Erdogdu. A participant in previous investigations, Erdogdu believes that charges against Recep Tayyip Erdogan’s son, Bilal, could be legitimate, if the investigation is made international.

“Some time ago, we conducted the investigation against companies involved in bribery in Turkey. As a result of these investigations, it was found that high-ranking civil servants and politicians in Turkey have received large bribes. The story did not received the appropriate judicial follow-up, and was simply swept under the carpet,” Erdogdu told Sputnik Turkiye.

A ‘Bosphorous Mafia’?According to Italian journalist Alessandro De Pascale, an international affairs commentator for Il Manifesto newspaper, Bilal Erdogan’s recent personal trips to Italy using diplomatic credentials could have created more scrutiny.

“This is the Bosphorus Mafia. The investigation that started in December 2013 made the government nervous because many figures close to Erdogan’s party AKP (Justice and Development Party) were involved. And when the President’s phone calls surfaced, in which he asked his son Bilal to hide money in a safe place, urgency was added with which diplomatic passports have been issued to him and his family,” De Pascale told Sputnik Italia.

Whether Bilal Erdogan’s trip to Italy was personal or had other intentions is up to Italian investigators to decide, De Pascale added.

“The political reason is that the outcome of the June 2015  elections could have been unfortunate for Erdogan and his party, as well as for his children, who are the business branch of Erdogan the politician, ruling Turkey continuously since 2003. Therefore, the opposition’s thesis seems plausible, that by sending Bilal to Italy, Erdogan was trying to arrange a spare base for possible defeat in the elections, which did not happen in November 2015,” De Pascale told Sputnik Italia.

The debate was more lively in Turkey, where HDP vice-chairman Gursel Tekin recently made a heated statement.

“In fact, Bilal Erdoğan is up to his neck in complicity with terrorism, but as long as his father holds office he will be immune from any judicial prosecution,” Tekin said in an interview to Turkish media in August.

Tekin then added that Bmz Ltd. shipping company is a “a family business and president Erdoğan’s close relatives hold shares in BMZ and they misused public funds and took illicit loans from Turkish banks.”

The statements were made before a political crackdown that followed the November 2015 Turkish elections, stifling the country’s political climate.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...