La poesia Dedicato alle donne curde

 

                           Buon 8 Marzo

 

kobani-meres-kurdes-batillon-17-08-2014

La poesia

Abdulla Goran (Poeta curdo 1904 -1962)
Dedicato alle donne curde
Io vado, madre.
Se non torno,
sarò fiore di questa montagna,
frammento di terra per un mondo
più grande di questo.
Io vado, madre.
Se non torno,
il corpo esploderà là dove si tortura
e lo spirito flagellerà,
come l’uragano,
tutte le porte.
Io vado… madre…
Se non torno,
la mia anima sarà parola…
per tutti i poeti.
Le donne curde combattono eroicamente per impedire che Kobane finisca definitivamente nelle mani dei terroristi islamici dell’Isis. Mentre la vicina Turchia li tradisce e il mondo intero volta le spalle, i curdi ci danno una storica lezione di eroismo vero.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...