Movimento a 5 stelle e democrazia

grillo

Il leader politico del Movimento 5 stelle, detentore e proprietario del logo del partito,del blog da dove lancia i suoi proclami, ha deliberato e dalla piattaforma di democrazia elettronica sulla quale il movimento fonda ed esprime se stesso, il cervello  di 40.000 attivisti,si è nuovamente espresso : non sei un individuo pensante,dipendi in tutto e per tutto dalle decisioni prese con la democrazia della rete, non hai uno spazio di coscienza politica, come dovrebbe essere per un parlamentare ,il movimento è sopra tutto e tu senza il movimento non sei niente.

Sarebbe curioso poi capire perchè la vera democrazia elettronica  ed un lavoro incredibile fatto dall’attivista laziale Davide Barillari,con un fork molto elaborato del software per la democrazia elettronica o liquida (creato dal Partito Pirata Tedesco),ovvero liquid feedback, che sarebbe dovuto essere il Parlamento Elettronico decisionale del movimento non è mai decollato,forse perchè troppo democratico?

Ma andiamo oltre questo piccolo particolare tecnico da addetti ai lavori,  si palesa invece  che nel movimento 5 stelle la democrazia interna è un pericolo per chi la rivendica, l’elenco degli espulsi ormai è lunghissimo,i dissidenti che sono stati  cacciati, allontanati è una cronistoria che dura anni da : Tavolazzi,Venturino,Favia,Mastrangelo…ai nuovi 4 parlamentari.Ma questa è la democrazia 2.0 ? ma se uno vale uno come mai 40.000 decidono per i milioni di elettori del movimento?

Chiudiamo con un estratto da un pezzo assai tautologico dell’esperto d’informazione e mente del movimento Gianroberto Casaleggio:

“La Rete rende possibili due estremi: la democrazia diretta con la partecipazione collettiva e l’accesso a un’informazione non mediata, oppure una neo-dittatura orwelliana in cui si crede di conoscere la verità e di essere liberi, mentre si ubbidisce inconsapevolmente a regole dettate da un’organizzazione. Può essere che si affermino entrambi. Certo, è molto più probabile che il controllo totale dell’informazione e l’utilizzo dei profili personali dei cittadini relativi a qualunque aspetto della loro vita avvenga nei Paesi dittatoriali o semi dittatoriali e che la democrazia diretta si sviluppi nelle democrazie occidentali e che queste aree in futuro confliggano”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...