Sviene sul nastro trasportatore e finisce nel congelatore

Treviso, 10-08-2012

E’ morto all’ospedale di Treviso Roberto Barina, operaio di 32 anni di Vedelago (Treviso), che ieri aveva perso i sensi sopra un nastro trasportatore dell’azienda alimentare in cui lavorava finendo, assieme al cibo da congelare, all’interno dell’impianto di refrigerazione.A scoprire quanto era accaduto sono stati i colleghi di lavoro i quali sono riusciti ad estrarlo dal vano ma solo dopo alcuni minuti di permanenza in un ambiente a varie decine di gradi sotto zero.

Il giovane, dopo i tentativi di rianimazione dei sanitari del Suem 118, aveva ripreso a manifestare segni di vita ed era stato trasportato all’ospedale di Treviso. La sindrome da assideramento, però, è risultata troppo grave e Barina ha cessato di vivere questa mattina. Le cause dell’accaduto saranno accertate dall’autopsia.
La tragedia è avvenuta nei locali di lavorazione dell’azienda “Surgenuin”, un laboratorio alimentare nella frazione di Vallà. Quando il giovane si è accasciato sul nastro che trasporta i cibi preconfezionati nei reparti di refrigerazione non c’erano persone presenti. Questo, al momento, non ha consentito di stabilire con certezza quanto Barina sia rimasto all’interno del frigorifero – un tunnel piuttosto angusto che fa da primo stadio alla catena di surgelamento – prima di essere scoperto ed estratto dal vano dell’impianto di refrigerazione. Operazione per la quale erano in un primo tempo stati chiamati i vigili del fuoco, ma che si era risolta prima del loro arrivo grazie all’intervento dei colleghi dell’infortunato.

Secondo quanto si è appreso, lo Spisal, autorità alla quale la Procura della Repubblica ha affidato l’indagine sull’ accaduto, non ha notificato ai titolari dell’azienda alcun provvedimento di sequestro dei locali o delle apparecchiature.

Gli accertamenti dovranno stabilire sul piano medico quali sono state le ragioni del malore che ha colpito l’operaio e probabilmente cercare di capire se ci possano essere o meno possibili correlazioni con l’ambiente in cui stava lavorando.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...