SI LEGGE ROMA SI PRONUNCIA FASCIOMAFIA

Dalla banda della Magliana al Campidoglio.Alemagno
Tra gli uomini di fiducia che il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha voluto nella sua avventura, c’è anche Maurizio Lattarulo, ex Nar, già braccio destro del boss De Pedis e luogotenente dell’estremista nero Massimo Carminati. Condannato con sentenza definitiva il 6 ottobre del 2000 “in quanto membro dell’associazione a delinquere banda della Magliana”, ‘Provolino’, così lo chiamavano gli altri della gang, nel luglio del 2008 viene arruolato dal primo cittadino della Capitale come consulente esterno per le Politiche Sociali.

Ultimamente Roma è balzata al disonor di cronaca per i continui delitti e gambizzazioni di criminali quasi sempre fascisti che pare si torni alle faide mafioso-camorristiche che facevano traboccare quotidianamente a fine anni ottanta inizio anni novanta i telegiornali di morti ammazzati.


La svolta sicuratiaria e repressiva che ha portato all’elezione di Alemagno a podestà(oltre alla sua famosa parentopoli e amicopoli)partita dall’omicidio Reggiani e fomentato da una campagna d’odio contro rom,immigrati e diversi,ha fallito colossalmente ed i romani lo possono vivere sulla loro pelle ogni giorno.
Non molto è cambiato dai tempi della banda della Magliana,con l’infiltrazione della mafia soprattutto catanese che ha ritrovato terreno fertilissimo dopo una sosta di una ventina d’anni,ramificando i propri tentacoli su tutto il territorio,periferie e provincia comprese.
Di rimando tale succulento piatto criminale fa gola pure alla ‘ndrangheta e alla camorra,oltre a minoranze di altre frange malavitose:ed è qui che cominciano i delitti per la spartizione del potere,con i fascisti ben radicati nel territorio che sono da collettore e referenti di tutti questi schifosi personaggi,e spesso sono loro i primi a lasciarci le ghette.
Non che pianga per questi morti,anzi…ma Roma sta diventando sempre più la capitale del crimine oltre che dell’Italia,e i due articoli proposti parlano dei legami tra criminalità organizzata di stampo mafioso e quella legata ai fascisti romani.
Alemagno nel primo articolo è il primo riferimento a tutto ciò,ed il primo contributo di Senza Soste fornisce cifre e dettagli sulle somme enormi spese a favore di familiari ed amici dal cuore nero oltre i favoritismi alle associazioni xenofobe prima su tutte Cagapound.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...