Giorno della memoria o dell’oblio?

 

La data del 27 gennaio è stata dichiarata “giornata della memoria” per ricordare la liberazione dei prigionieri del campo di sterminio nazista di Auschwitz nel 1945.
Ma da giorno in cui ricordare, questa data è stata  trasformata in una scadenza in cui revisionare la storia, in cui raccontare che “gli alleati statunitensi, inglesi e francesi aprirono i cancelli di Auschwitz” (come si vede nel film di Benigni “La vita è bella”).
Da diverse fonti storiche dirette, e grazie alle più svariate proteste, è riemersa la verità.
Auschwitz è stata liberata dall’esercito sovietico, dall’Armata Rossa.

Ma perché era stata narrata
questa menzogna sui reali liberatori di Auschwitz?

Perché avrebbero
dovuto riconoscere che Auschwitz rappresenta il confine tra due opposti mondi. Da una parte si trovava l’idea fascista basata sull’odio, sul Dall’altra quella comunista basata sulla fratellanza dei popoli, sull’ abolizione dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo, sulla sostituzione del lavoro salariato con la libera associazione dei produttori.
Ma di questo non si voleva parlare perché avrebbero dovuto affermare:
L’eroica Resistenza dell’Armata Rossa alla guerra imperialista e la vittoria sul nazifascismo Il coraggio che la vittoria del socialismo in URSS diede ai partigiani italiani e europei.

Un’altra menzogna sulla giornata della memoria è la sua identificazione con la Shoah per ricordare lo sterminio dimenticato degli ebrei.
Tuttavia tra 44.000  deportati italiani, 8.000 erano ebrei e ben 12.000 erano operai, arrestati dopo gli scioperi del ’44 e consegnati dal fascismo ai collaboratori nazisti.
Ma perché non ricordare anche questi operai che con i loro scioperi diedero una spallata determinante all’occupazione  tedesca?
Perché avrebbero dovuto ricordare che furono i padroni a che furono i padroni a
consegnare ai boia nazisti i 12.000 operai e che quegli stessi padroni all’indomani della Liberazione, assicuratisi del disarmo partigiano,all’indomani della Liberazione, assicuratisi del disarmo partigiano, perseguitarono e licenziarono ancora.
Perché avrebbero dovuto ricordare insieme alla persecuzione degli omosessuali, dei disabili e delle
minoranze etniche(rom,sinti,zingari..)anche i comunisti ed anarchici

Ma perché tutta
questa premura nel ricordare in particolare lo sterminio degli ebrei?

Perché vogliono giustificare l’occupazione della Palestina e il massacro del suo popolo.
Perché vogliono legittimare l’esistenza di Israele, armata e finanziata dai governi imperialisti per il suo ruolo di cane da guardia in Medioriente.
Perché hanno bisogno di nascondere il vero volto di Israele, quello di uno stato nazista, guerrafondaio, possessore di armi di distruzione di massa che usa senza temere alcuna
sanzione.
Perché vogliono giustificare le guerre di occupazione che oggi i governi italiani, da Berlusconi a Prodi, fanno per accaparrarsi risorse e mercati dei territori aggrediti, dai Balcani, all’Irak all’
Afghanistan, al Libano alla partecipazione nelle guerre d’Africa.

CON LE RESISTENZE DI IERI E CON QUELLE DI OGGI! CONTRO LA GUERRA
IMPERIALISTA!  CONTRO IL NAZISMO, LIBERTA’ PER LA PALESTINA
 PER I POPOLI DEL MONDO!

Centro di doc. Filorosso
Via miracoli, 11 – 71100
Foggia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...