Dalla sezione EIV del carcere di Alessandria

 

I detenuti sottoposti a regime E.I.V. nel carcere diS. Michele, constatato che si vive una situazione vessatoria e arbitraria che rompe quel clima di solidarietà tra i carcerati. Da quando è istituita questa sezione, circa due anni, le condizioni dopo le varie lotte sono quelle di isolamento totale.
Non abbiamo nessuna possibilità di effettuare attività sportive ricreative, culturali, non ci è permesso frequentare la scuola, la biblioteca e corsi di attività ricreativi, non esiste educativa e i benefici penitenziari, declassificazioni sono lettera morta. Le ore d’aria di giorno sono quattro in un passeggio-cubicolo 5×5, anticostituzionale per legge

e fanno di tutto per privarci della nostra dignità personale, cosa che non possono riuscire mai a fare, perchè noi lottiamo con tutte le nostreforze per fare valere quelli che sono i diritti umani, che qui sono stati violati ogni giorno da questa direzione.
Qui siamo in sei persone in questa sezione di isolamento.
In più un compagno è sottoposto all’isolamento diurno dopo che è uscito dal  41 bis. Qui è privato di ogni diritto. Ad un altro compagno di nome Morabido, con una invalidità dell’ottanta per cento,gli viene negata l’assistenza di un piantone anche avendo avuto l’autorizzazione dal
medico di codesto carcere. Questa è una tortura e un’ingiustizia da parte di questa direzione, perchè siamo sottoposti da sempre a quella
volontà di annullamento dell’individuo e quindi l’oppressione del sopruso è palese. Le responsabilità vanno ricercate senza ombra di dubbio
nel volere della direzione del carcere. Qui sono arrivati due nuovi compagni dal 41 bis.
Dopo una lunga detenzione nel 41 bis, in cui hanno visto i loro figli  diventare uomini da dietro un vetro divisore, dicono che come è formato questo reparto sezione E.I.V. è peggio del 41 bis.
 Un esempio banale:
ci impongono persino la giornata in cui dobbiamo fare i colloqui, cioè solo il lunedì, e tutto è a discrezione della direttrice. Per le telefonate decide solo lei; se possiamo telefonare, come se possiamo parlare con il magistrato di sorveglianza, che qui è inesistente, come l’educatore e l’assistenza medica.
Quindi qui alla sezione E.I.V. non vengono applicate le leggi dell’ordinamento penitenziario. La conclusione è che in questa sezione non c’è perfettamente niente. Di fatto piccole “vittorie”,come avere libero accesso a tutte le attività sportive e culturali ricreative, di certo
non cambieranno questo posto che resta sempre di tortura psicologica e punitiva per chi purtroppo si trova in questo lager, ma il nostro quotidiano vivere subirà significativamente un cambiamento in positivo,niente di più niente di meno, perchè la sola libertà è uscire da queste mura.
Con questa lettera vorremmo rompere l’isolamento che ci circonda, per questo facciamo affidamento su di voi e su tutti quelli che considerano il carcere l’espressione più disumana e vigliacca di questa società. Auspichiamo che le nostre condizioni se vi è possibile vengano rese
pubbliche con la speranza che ci sia informazione e sostegno, secondo le modalità che ognuno ritiene più opportune. Queste nostre rivendicazioni possono apparire palesemente riformiste ma è sicuro che per noi hanno un valore molto importante, perchè per noi il carcere non è da riformare o da rendere più umano, ma solo da abbattere.
Con questo salutiamo tutti e tutte, con la speranza che la vostra solidarietà si faccia sentire.
Ci fa piacere che questa nostra possa girare ed essere pubblicata negli opuscoli e riviste dei compagni.

I detenuti della sezione E.I.V. del carcere S. Michele
(AL)

L’augurio che questa nostra possa uscire da queste
mura senza che sia fermata dalla direzione.

Seguono firme.

Alessandria 20/12/06
n.b. questa lettera ci è giunta firmata da 5 prigionieri, non era però specificata la loro intenzione di far girare i nomi, nel dubbio abbiamo preferito non metterli. Invitiamo comunque tutti e tutte ad una viva solidarietà.

Cassa anarchica di solidarietà anticarceraria, via dei messapi 51  04100 Latina
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...